Bufera su Morra: M5S prende distanze

Le affermazioni del senatore Nicola Morra sulla presidente Santelli, i cittadini calabresi e i malati oncologici non rispecchiano il pensiero del M5S, che ne prende le distanze”. Lo afferma in una nota il Movimento 5 Stelle.

I cittadini chiamati al voto e ad esprimere la loro preferenza lo fanno sulla base della loro libera e insindacabile opinione. E proprio in virtù di questa libertà dovrebbero essere i partiti del centro destra a chiedere scusa ai cittadini calabresi per aver candidato e fatto eleggere personaggi come Tallini, oggi agli arresti – conclude il Movimento”.

LE PAROLE DEL SENATORE MORRA IN DIRETTA FB

Io ho deciso di offrirmi in diretta fb perché sono stanco di offrire il fianco di strumentalizzazioni di colore che, non avendo argomentazioni, sono buoni solo a cambiare le carte in tavola e a intorbidire i pozzi. Voglio essere chiaro: so benissimo cosa sia la malattia e proprio perché lo so bene mi sono sempre adoperato, in questa mia esperienza politica, affinché le sofferenza di chi è malato, di chi è ultimo, di chi è dimenticato, possano essere il più possibile ridotte“.

Sia chiaro che, nei confronti di chi soffre, Morra ha sempre avuto parole di rispetto, è questa la mia concenzione di societas, e mi rivolgo a tanti miei amici che hanno voluto fraintendere le mie parole perché io sono un rompi….“, attacca il senatore.

Durante l’intervista io ho detto che i calabresi devono essere invitati alla massima responsabilità: se voti uno come Morra che parla tanto e dice cose sgradevoli, poi non ti devi lamentare se Morra provoca polemiche. E allora se voti un candidato dichiarato dalla commissione Antimafia impresentabile, se poi questo candidato viene eletto, diventa presidente del Consiglio regionale e poi una mattina viene prelevato da alcune volanti perché accusato di qualcosa di infame, beh non ti devi sorprendere. E se voti persone che in qualche modo hanno difficoltà ad onorare il loro mandato per tutto l’arco temporale per cui è previsto non ti devi sorprendere non ti devi sorprendere se a distanza di qualche mese la Calabria torna ad essere in un caos politico e amministrativo“, aggiunge.

Rispondi