Castrovillari. Usura ed estorsione: 11 arresti

Undici persone arrestate nell’ambito dell’operazione denominata “Pacta sunt servanda” condotta dalla Polizia e coordinata dalla Procura di Castrovillari. Sono accusati di usura, abusiva attività creditizia, estorsione aggravata, illecita detenzione e cessione di armi comuni da sparo ed armi da guerra nonché furto aggravato.

L’inchiesta è iniziata dalla denuncia di un imprenditore edile che ha riferito di essere stato costretto a restituire, tra il 2012 e il 2018 oltre 250mila euro per un prestito di 30.000.

Le indagini sono state rese difficili dalla mancata collaborazione di molte vittime e dal fatto che gli indagati sono stati avvisati dell’inchiesta da parte di un dipendente del ministero della Giustizia che è stato sospeso per rivelazione di segreti d’ufficio.

Numerose le vittime  e i reati ricostruiti, tra i quali il furto di computer e stampanti compiuto da due indagati ai danni dell’Ufficio del Giudice di Pace di Spezzano Albanese utilizzando un mezzo dell’Asp di Cosenza, di cui il principale indagato è dipendente.

Rispondi