Fuscaldo. Mare pulito: ‘Liquami dal depuratore nel Tirreno’, replica il sindaco

Fanghi e melma che dal depuratore di Fuscaldo finiscono nel mar Tirreno. A lanciare l’allarme è l’associazione “Mare Pulito – Salviamo il Tirreno cosentino”, tramite la propria pagina Facebook.

Le immagini che l’associazione posta sui social mostrano “uno scenario simile a una palude che in condizioni di pioggia scarica liquami nel torrente Maddalena e, quindi, in mare” – è riportato nel post Facebook.

L’associazione rivolge un appello al presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, al sindaco di Fuscaldo Giacomo Middea e all’assessore con delega all’ambiente Innocenzo Scarlato affinché intervengano tempestivamente.

Tempestiva la replica del primo cittadino di Fuscaldo che ha postato un video messaggio ai cittadini.

L’INTERVENTO DEL SINDACO DI FUSCALDO

Per quanto riguarda alcune immagini diffuse ieri sui social, relative ad un presunto malfunzionamento del nostro depuratore, ho inteso chiarire alcuni aspetti fondamentali, al fine di evitare allarmismi magari infondati.

Vorrei inoltre ricordare – ed apro un inciso – che il torrente Maddalena si ”incammina” per un percorso lungo molti chilometri e che non c’è alcun elemento che ci dia certezza che la melma immortalata in immagini fotografiche, provenga dagli scarichi dell’impianto di depurazione, piuttosto che a monte del torrente stesso.
➡️ Infine, da Sindaco ed Amministratore, non posso non rifarmi ai dati ufficiali dell’ente che è addetto ai controlli. I numeri che ci fornisce l’Arpacal, infatti, ci indicano, per il nostro Comune, una depurazione delle acque eccellente.
➡️ Precisato ciò, è comunque necessario attenzionare al massimo l’ambiente e capire se esistano scarichi abusivi che danneggiano il nostro ecosistema. È un impegno che abbiamo assunto e che, per noi, rappresenta una delle priorità per la nostra azione amministrativa.

Rispondi