LA MANO DELLA ‘NDRANGHETA DIETRO IL DUPLICE OMICIDIO DI CASTROVILLARI

La Dda di Catanzaro si è attivata sull’omicidio di Maurizio Scorza, 57 anni, e della moglie tunisina 38enne avvenuto ieri sera a Castrovillari.

Un magistrato della Procura antimafia era già presente al sopralluogo effettuato da inquirenti ed investigatori sul posto in cui é stata trovata la Mercedes con a bordo i corpi delle due vittime, quello di Scorza nel vano portabagagli e quello della moglie sul sedile lato passeggero.

La competenza della Direzione distrettuale antimafia deriva dalla possibile matrice mafiosa del duplice omicidio in considerazione della presunta vicinanza da parte di Scorza ad alcune cosche di ‘ndrangheta dell’Alto ionio cosentino.

Già nel 2013 Scorza sfuggì ad un agguato mentre stava percorrendo a piedi una via di Castrovillari.

Le indagini sul duplice omicidio sono condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza e della Compagnia di Castrovillari.

Rispondi