Scalea, Maggio Letterario: primo appuntamento con Antonio Valente

Si svolgerà nella città di torre Talao il “Maggio Letterario”, rassegna organizzata da Eclectica, brand di promozione culturale.  Previsti quattro appuntamenti con altrettanti autori e le loro opere, ospitati nella cornice del giardino di Villa Giordanelli di Scalea, e aperti a tutti.

Il primo appuntamento è previsto per domani, alle 18, con il saggio “L’insula Parva di Scalea e la Torre di Mare detta Talao” (Gridei Edizioni, 2021) di Antonio Vincenzo Valente, storico e docente di Filosofia e Storia.

L’opera traccia un percorso storico, dalla Preistoria al Novecento, del manufatto che da sempre rappresenta il simbolo della città di Scalea e che sorge su quella che un tempo era un’isoletta poco a largo della costa della Riviera dei Cedri. Il saggio, inoltre, contiene anche elementi leggendari, legati al periodo in cui Torre Talao fu abitata da Amedeo Armentano, che ne fece la sede della Scuola Italica da lui fondata.

Ecco come gli organizzatori e promotori della rassegna descrivono Maggio Letterario. “Anche con questi quattro appuntamenti – spiegano – perseguiamo l’intento di aggregare le persone e accrescere in loro il senso di comunità in riferimento all’intero territorio della Riviera dei Cedri, generando consapevolezza attorno a temi a noi cari come l’arte, la cultura, l’ambiente”.

Gli strumenti per perseguire questi scopi derivano dalla scelta di contenuti di qualità, mirati e selezionati con cura. “Il nostro occhio è sempre rivolto al territorio e alla valorizzazione delle sue risorse, soprattutto umane e giovani. Allo stesso tempo – ancora gli organizzatori – proviamo ad ampliare lo sguardo oltre ciò che ci circonda e verso ciò che può ispirarci e migliorarci.

Per questo motivo, invitiamo a Villa Giordanelli, contesto di incredibile valore storico, naturalistico ed estetico, ospiti di spessore, anche di caratura nazionale. A loro chiediamo di interagire con il pubblico in format ‘su misura’, nei quali si respira un clima di reale condivisione e convivialità dal quale uscire tutti arricchiti”.

Maggio Letterario, così ideato e strutturato, procede anche verso l’obbiettivo di distribuire il più possibile gli appuntamenti durante tutto l’anno. “Non siamo semplicemente terra d’Estate. Ci sono periodi – spiega il portavoce di Ecelctica, Andrea Fama – definiti tecnicamente ‘fuori stagione’, che in realtà sono molto vivi e piacevoli, proprio come maggio. Negli ultimi 2 anni, la pandemia ha impedito la realizzazione di molte iniziative, ma Eclectica e i suoi partner hanno provato comunque a rendere possibili momenti come questo che sta per partire e – conclude – ne seguiranno altri, anche con la musica, dalla classica al jazz, e con tutto quanto c’è nel mezzo”.

Rispondi