Scigliano. Manufatto granitico del II sec. vicino al ‘Ponte di Annibale’

Sull’argine del fiume Savuto a Scigliano, nel cosentino, i carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale di Cosenza, supportati dall’ottavo Elinucleo di Vibo Valentia hanno trovato un manufatto granitico di forma cilindrica risalente, presumibilmente al II secolo a.C., del peso di circa 300 kg.

Il ritrovamento è avvenuto nelle vicinanze della base del “Ponte di Annibale” di Scigliano, nel corso delle attività di monitoraggio dei siti archeologici, paesaggistici e monumentali della Calabria disposta dopo l’erosione causata dalle abbondanti piogge cadute dei mesi scorsi.

Secondo gli esperti, il rinvenimento proprio nei pressi del Ponte romano edificato nel corso del II secolo a.C. suggerisce la probabile esistenza di una cava o di un insediamento antico che potrebbe aprire nuove interessanti prospettive future dal punto di vista storico e archeologico.

Il prof. Mauro La Russa, dell’Università della Calabria, sta conducendo ulteriori esami tecnici.

Rispondi