Cosenza. Bimba di 5 mesi morta nel 2014: si indaga su un altro medico

12/09/2019

E' stata depositata la motivazione della sentenza che ha prosciolto uno dei medici dell'Ospedale di Cosenza accusato di falso per aver annotato nella cartella clinica della piccola Cloe Grano l'avvenuta effettuazione di esame ecografico, di cui non è mai stata trovata traccia. La bambina di 5 mesi morì nell'aprile 2014 nell'ospedale Santobono a Napoli dove era stata trasferita da quello di Cosenza dopo alcuni giorni di ricovero. Il giudice di Cosenza ha contestualmente disposto la trasmissione degli atti al pm affinché vagli la posizione di un altro medico che, secondo quanto emerso dal dibattimento, in realtà effettuò l'ecografia. Secondo gli avvocati della famiglia Grano il sanitario, sentito in sede di indagini del procedimento principale, aveva sempre negato di aver effettuato l'esame strumentale sulla piccola Cloe, ma, stando alla sentenza, viene smentito sia dalla collega imputata in questo processo, sia da due infermiere che sono state sentite dinanzi al giudice.

Please reload

Scarica la nostra app

1/1
SEGUICI SU FACEBOOK
Seguici su facebook
Cerca nel sito

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

© 2018 - Tutti i diritti riservati | GruppoAzzurra - Powered by Dreamart ADV