Finisce in manette anche il padre del presunto assassino di Aneliya Dimova, la bulgara 55enne uccisa lo scorso 30 agosto nella sua casa di Belvedere Marittimo. I carabinieri della locale stazione lo hanno arrestato per detenzione illegale di armi.