Lido abusivo nell’alveo di un torrente

Un lido balneare realizzato abusivamente nell’alveo di un torrente a Cropalati, nel cosentino, è stato scoperto e sequestrato dalla Guardia di finanza di Rossano che ha denunciato il gestore. I finanzieri, hanno individuato lo stabilimento dove, modificando il letto del torrente, era stata creata una piscina artificiale. Presenti anche un bar con servizi, degli scivoli e attrezzature ludiche. Il gestore dell’attività abusiva, risultato privo di partita Iva, è stato denunciato per deviazione di acque e modifica dello stato dei luoghi, invasione dei terreni e occupazione abusiva di spazio demaniale. L’area posta sotto sequestro è di circa 3 mila metri quadri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *