Motta San Giovanni. Muore per le ustioni riportate nell’incendio del suo uliveto

E’ morto nell’ospedale Cardarelli di Napoli Carmelo Genovese, l’uomo rimasto ustionato ieri mentre cercava di spegnere un incendio in un uliveto nel territorio di Motta San Giovanni, nel reggino, interessato da un vasto rogo. Lo ha reso noto il sindaco di Motta San Giovanni Verduci.

IL POST DEL SINDACO DI MOTTA SAN GIOVANNI

È una tragedia che colpisce l’intera comunità mottese e che, ancora una volta, ci fa capire quanto possa essere assurdo, indipendentemente se per incuria, superficialità, interesse economico oppure ossessione, il gesto di chi incendia distruggendo un territorio e la vita di quanti hanno deciso di investire, anche se solo per una questione affettiva, su un pezzo di terreno”.

È una questione soprattutto di mancata consapevolezza di incapacità, ancora in molti, di comprendere che ogni singola azione compiuta a danno del territorio che ci ospita si ripercuote in maniera nefasta sull’uomo. Che si tratti di incendi, di abbandono di rifiuti, di inquinamento o sfruttamento sconsiderato del territorio è indispensabile promuovere, soprattutto nelle nuove generazioni, una rinnovata sensibilità verso il nostro pianeta”.

Rispondi