SOPRALLUOGHI A SORPRESA DEL PRESIDENTE OCCHIUTO AI DEPURATORI

Il presidente della regione Roberto Occhiuto ha dedicato la giornata ad una serie di sopralluoghi e visite a sorpresa sui depuratori a partire da quello di Pizzo, nel vibonese.

Vorrei che il 40-50% dei risultati i calabresi potessero vederlo subito, nelle prossime settimane – afferma il Governatore. Il problema lo risolveremo interamente nei prossimi tre anni. Nel depuratore di Pizzo c’erano 700 tonnellate di fanghi non smaltiti, che finivano direttamente a mare. Le abbiamo smaltite e poi ci siamo resi conto che non funzionavano le pompe di sollevamento. Ora, dopo questi interventi, la depurazione a Pizzo funziona. Vogliamo estendere questo approccio avviato tra Nicotera a Tortora a tutti i 780 chilometri della costa calabrese”.

Il secondo sopralluogo di giornata è stato a Falconara Albanese, lungo la costa tirrenica.

Il Malpertuso – ha spiegato Occhiuto – raccoglieva di reflui che l’impianto di Falconara, che è molto datato, non riusciva a gestire. Qui sono stati bravi i sindaci di Falconara e San Lucido e il Malpertuso sarà portato al depuratore di San Lucido, capace di gestire una quantità maggiore di reflui. Da settembre metteremo mano a impianti vecchi come quello di Falconara, ma voglio sottolineare l’importanza della sinergia istituzionale tra sindaci”.

I sopralluoghi sono proseguiti a Paola e poi tra Acquappesa e Guardia Piemontese, in cui sotto osservazione sono finiti alcuni potenziali scarichi abusivi con conseguente segnalazione all’amministrazione comunale.

Tutto bene nei Comuni di Fuscaldo e di Cetraro. A Belvedere Marittimo si è constatato che l’impianto sostanzialmente non è per nulla performante in quanto ad oggi riesce a sopperire al carico urbano solo per il 25% della sua capienza, ma sono stati programmati interventi di sistemazione attraverso il finanziamento di 270mila euro.

L’attività di monitoraggio è proseguita a San Nicola Arcella e Tortora.

Rispondi