Diamante. Raid di Ferragosto: condannati tre giovani cosentini

Si è svolto dinanzi al Gip di Paola, Dr.ssa Elia, il processo a carico dei tre giovani cosentini che, nel giorno di ferragosto dello scorso anno, seminarono il terrore tra le vie di Diamante, aggredendo, con tirapugno di ferro e manganello telescopico, alcuni dipendenti di una pizzeria e minacciando, con una pistola, altri turisti presenti.

Gli imputati hanno chiesto ed ottenuto di essere giudicati con rito abbreviato. Il Comune di Diamante, difeso dall’avvocato Francesco Liserre ha ottenuto di costituirsi parte civile per volontà del sindaco, il sen. Ernesto Magorno e dall’intera Amministrazione Comunale.

A seguito della costituzione delle parti, il comune di Diamante e la vittima dell’aggressione difesa dall’avv. Manca, si è proceduto alla discussione e il Giudice, dopo una lunga camera di consiglio, ha condannato gli imputati disponendo per tutti la misura cautelare  dell’obbligo di dimora nel comune di residenza: 2 anni e 4 mesi e 2800 euro di multa per Cristian Ruffolo, 2 anni e 2 mesi di reclusione e 2600 euro di multa per Fabio Pezzulli e1 anno e 6 mesi e 1933 euro di multa per Cristian Mirabelli.

I tre sono stati condannati alle spese processuali e al risarcimento del danno per le parti civili da liquidarsi in separata sede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *